Built with Indexhibit

Simone MASSAFRA (Supersano, 1984)

EN
Simone Massafra was born in Lecce (south Italy) and studied fine art in Lecce, Urbino and Milano. He lives and works in Milano. Her work is interdisciplinary and uses photography, installation, sculpture, performance and books.

IT
Laureato in progettazione multimediale a Urbino e specializzato in Visual Cultures e Pratiche Curatoriali all’Accademia di Bella arti di Brera. Vive e lavora a Milano dove insegna progettazione multimediale ed editoriale. Parallelamente porta avanti un lavoro d’indagine sull’immagine e percezione visiva entro i confini dell'opera d'arte.

Statement

Utilizzando vari linguaggi riflette sul potenziale narrativo delle immagini attraverso pratiche processuali e dispositivi che raccolgono insieme libri d'artista, foto, video, testi e poesie, installazioni e performance. Ciò che caratterizza la sua ricerca è l'aspetto mutevole e mai definito dell'opera in relazione agli spazi in cui è inserita e alle relazioni che scaturiscono tra opera e pubblico.

La sua ricerca, iniziata con un'attenta e approfondita disamina sulle immagini artistiche, secondo la visione di George Didi-Huberman, si materializza in una compulsiva raccolta di immagini, apparizioni, composizioni e forme, tracce, scorci, luoghi e figure che inquietano lo sguardo e stimolano esperienze visive e mnemoniche, ma soprattutto visioni ancora aperte e in divenire.

Ha partecipato a varie masterclass e mostre collettive: Inner Landscape e Intuizione – Fondazione Lac o le Mon, S. Cesario (Le); Filing the absence (Open call)– Pinksummer Contemporary Art, Genova; DaVicino, Centrale Fotografia – Fano; Milano & Oltre – Triennale Milano; Ambienti plurali – Museo della storia, Bologna.

Education:
Master - Brera Academy of Fine Arts - Course: Visual Cultures & Curatorial Studies - Milan;
Degree - Academy of Fine Arts of Urbino - Course: Multimedia Design - Urbino;
Higher Diploma: State School of Art - Course: Graphic Design and Photography - Galatina (Le);

Workshop e Master Class. He attended at:
2019: Estetica dell'impercepibile. Curated by Emilio Fantin, Fondazione Lac o Le Mon, San Cesareo (Le);
2018: Inner Landscapes. Curated by Sara Alberani and Larisa Oancea, Fondazione Lac o Le Mon, San Cesario (Le);
2017: Chippendale Studio, Incontri a cura di Luca Panaro;
2015: Progettazione e Self-Publish, Museo Fotografia Contemporanea, with CESURA, Cinisello Balsamo;
2015: Editing fotografico, Istituto Italiano di Fotografia, with Leonello Bertolucci, Milano;
2013: Critique Session, Villa Panza with Diego Tonus e David Bernstein, Varese;
2012: Accademie Eventuali - Fondazione Furla, with Giovanni Anceschi and Luca Trevisani, Bologna;
2012: DEFAULT - Masterclass in Residence: On Art, Cities and Regeneration, Lecce;
2012: Dream of Insomnia - Fondazione Ratti, Como;
2011: Milano e Oltre – Connecting Cultures, with Alberto Garutti;

Solo Exhibitions:
2020:
– vivere “sine proprio” - Falesia Project Space, Santa Cesarea Terme, Lecce;
2018:
– Ceiling, Chiesa San Biagio, Triuggio, (MB);
2010:
– Floating Church, Vecchio Palazzo Comunale, Supersano, Lecce;
2009:
– In 2009 he traveled on a cargo ship 40 days between Northern Europe and Middle-East. So he realized FLOATING CHURCH: this reportage point out the tough reality of the seamen.

Group Exhibitions:
2020:
– NELLO SPAZIO FA FREDDO, Chippendale Studio, Milano;
2019:
– INTERVALLO, Manifatture Knos, Lecce;
– Intuizione, Fondazione Lac o Le Mon, San Cesareo (Le);
– CFF19 - Cotonfioc Festival, Ex Ospedale Psichiatrico di Genova, Quarto dei Mille;
– "Filing the absence" with Peter Fend and Yona Friedman, Pinksummer Contemporary Art, Genova;

2018:
– Tears (performance), Fondazione Lac o Le Mon, San Cesario, Lecce;
2017:
– Da Vicino, Centrale Fotografia, Fano;
– Ape(x) Mentis, Bottega Immagine, Milano;
2013:
Milano & Oltre. Una visione in movimento - Triennale, Milano;
2012:
Ambienti plurali, partiture somatiche e frutta di stagione - Museo della Storia - Palazzo Pepoli, Bologna;
The Wall archives #4, Archiviazioni – Lecce;
2011:
– Next Stop Bovisa – Milan;
– Make your space at the Fabbrica del Vapore – Milano;
2007:
– Disabitati non luoghi, Masseria Le Stanzie, Supersano, Lecce;

Events - He cooperated as an curator assistant:
2012:
– Nonostante Marras, Installazione lavori e allestimento mostra, curata da Francesca Alfano Miglietti presso la Fondazione Marras, Milano;

– Fabio Mauri – The end, Installazione lavori e allestimento mostra, curata da Francesca Alfano Miglietti presso Palazzo Reale, Milano;

– In the same year he cooperated as assistant for Marina Abramovic project: The Abramovic Method, PAC, Milano.