Copyright © 2022 - All rights reserved

         

__


Gentile visitatore,
Vivi o hai vissuto a Milano nelle vicinanze della fermata della circolare esterna? Utilizzi la circolare 90/91 per muoverti in città? Percorri a piedi o con qualsiasi altro mezzo alcuni tratti della circonvallazione e hai una storia personale da raccontare? C’è un luogo, uno spazio, uno scorcio, in prossimità di una delle 64 fermate del filobus, che vorresti descrivere?

Compila il form e invia il tuo contributo al fine di sostenere questo progetto. I materiali raccolti verranno utilizzati nel processo di costruzione dell’opera e in parte inseriti all’interno della pubblicazione.

Per ringraziarti della collaborazione e del tuo sostegno, sarà mia premura citarti all’interno del progetto e coinvolgerti in tutte le attività ad esso connesse.

>CLICCA E COLLABORA AL PROGETTO


Il Cammino Circolare - 20 km a piedi lungo la linea circolare esterna
Ripercorrendo a piedi la Città di Milano, dal centro alle periferie e viceversa, ho osservato e interrogato, attraverso lo sguardo, le caratteristiche dei singoli luoghi rilevando contrasti, mutamenti e prospettive future. Durante l’esperienza di attraversamento, nasce l’idea di un cammino nell’entroterra metropolitano. Camminare per la città, come pratica estetica, dal forte richiamo concettuale diventa, come scrive Francesco Careri nel suo Walkscape “forma autonoma di arte, atto primario nella trasformazione simbolica del territorio, strumento estetico di conoscenza e di trasformazione fisica dello spazio attraversato, che diventa intervento urbano”.

Il cammino circolare - 20 km a piedi lungo la linea circolare esterna diventa la mappatura indisegnabile di un percorso a piedi nella città di Milano. Articolato in 64 brevi tappe, suddivise in relativi percorsi, da Piazzale Lotto a Piazzale Lodi e viceversa, lungo le due direttrici destra/sinistra Circolare esterna N91.
Un tracciato facilmente percorribile nella sua interezza in meno di 7 ore, per un totale di circa 30.000 passi, prevede la scelta di punto di partenza per poi dissolversi, in maniera totalmente discrezionale, lungo i principali luoghi e territori di cambiamento della città di Milano.

Il progetto relazionale di matrice processuale è pensato come una guida pratica del cammino. Nello specifico si tratta di un elaborato ai confini dell’arte, in quanto prodotto editoriale e libro d’artista di 170 pagine circa, arricchito di contenuti iconografici, dati tecnici e contenuti testuali. Sono contenuti i prodotti del coinvolgimento e della collaborazione di cittadini e conoscenti che vivono o hanno vissuto esperienze dirette in prossimità delle zone coinvolte dal cammino o che hanno voluto offrire uno sguardo soggettivo al territorio.

Un valido supporto al progetto è stato offerto da Simone Frignani, autore esperto di guide dei più importanti cammini italiani.

La guida, nonchè libro d’artista, oltre ad essere contenitore di materiale visivo ed informativo, è un dispositivo attivatore: invita il lettore/fruitore ad agire per scoprire, attraverso il cammino, una nuova modalità di guardare, muoversi e concepire lo spazio urbano come un paesaggio attivo e aperto in cui agire.